In Italia come gestire professionalmente un sito? - Pagina 2 - POP Forum



Rispondi
In Italia come gestire professionalmente un sito?
  #2 (permalink)  
Vecchio 12-18-2008, 16:14
Rispondi quotando
Registrato dal: Sep 2008
ubicazione: Roma
Messaggi: 199
Invia un messaggio tremite Skype a Giulio Gaudiano

Come Diventare un Editore Indipendente: Scelte Fiscali e Amministrative

Originariamente inviata da guidocimurro Visualizza il messaggio
qual'è il percorso burocratico da compiere (in Italia o altrove) per diventare editore indipendente?
Caro Guido,

se ho capito bene il fuoco della tua domanda, credo che le cose siano più semplici di quanto credi.

Tutto dipende da quello che vuoi fare, nel senso che "diventare editore indipendente" è un concetto un po' vago.

Di cosa si occuperà il tuo sito?
C'è differenza se parli di pesca alla carpa o di cronaca o politica. Nel secondo caso, essendo possibile che tu venga querelato (ad esempio) ti conviene assumere una personalità giuridica che ti tuteli.

Quanto assomiglierà il tuo sito a un "giornale online"?
Esiste un registro che si chiama ROC presso il quale i siti Web possono essere registrati, proprio come per i giornali. Se vuoi saperne di più leggi: Editoria Online: DDL Levi-Prodi Introduce Obbligo Iscrizione Al ROC Per Chi Pubblica Sul Web - Robin Good's Latest News

Come vuoi monetizzare i tuoi contenuti?
C'è una bella differenza tra un sito no-profit e uno che invece si propone di monetizzare i propri contenuti, sia sul piano fiscale che su quello amministrativo.

Quanto sarà grande il "business" legato al tuo sito?
Se punti a fare un sito che avrà bisogno di una grande redazione e prevedi di dover assumere persone che si dedichino totalmente al progetto, devi assumere una identità giuridica (tipo quella della SRL o SAS) che ti permetta di assumere dipendenti.

Spero di averti dato un'idea delle variabili in gioco.

Io ti posso dire che MasterNewMedia è un sito gestito da una società con sede in Italia che si chiama IKONOS s.a.s. La società ha una sede, dei dipendenti e dei collaboratori in tutto il pianeta. Questa è una scelta amministrativa di Robin Good, ma conosco altri editori online che hanno crearo SRL o lavorano con partita IVA personale.

A presto!
  #1 (permalink)  
Vecchio 12-18-2008, 15:18
Rispondi quotando
guidocimurro non è in linea
guidocimurro
Junior Member
Registrato dal: Dec 2008
Messaggi: 4

In Italia come gestire professionalmente un sito?

Sperando che la sezione scelta sia corretta, mi permetto di sottoporvi un dubbio legato alla volontà di gestire professionalmente siti d'informazione e servizi web:

qual'è il percorso burocratico da compiere (in Italia o altrove) per diventare editore indipendente? Ritengo che sia esauriente il materiale a disposizione sulla gestione fiscale di servizi come AdSense, ma per pubblicare contenuti e/o offrire servizi in qualità di start-up, che autorizzazioni/documenti/titoli vengono richiesti? Credo che esistano altre vie oltre diventare testata giornalistica, che se non sbaglio richiede la presenza di patentino.

Gestire un blog professionale, dal punto di vista burocratico, è come gestire un social network o un altro servizio Internet? Penso ai diversi siti web 2.0 come hosting gratuiti di immagini, siti che consentono di offrire un servizio come quelli recensiti da Robin Good, ...
Rispondi


Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilies sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo



Web Analytics

Content Relevant URLs by vBSEO 3.2.0