Come scegliere scegliere e quanto pagare i nostri articolisti - POP Forum



Rispondi
Come scegliere scegliere e quanto pagare i nostri articolisti
  #5 (permalink)  
Vecchio 02-20-2010, 12:49
Rispondi quotando
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 20
Mi sembrano tutti ottimi consigli, ti ringrazio!
A presto.
  #4 (permalink)  
Vecchio 02-20-2010, 11:21
Rispondi quotando
L'avatar di Robin Good Robin Good ora è in linea
Robin Good
POP Guida
Registrato dal: Sep 2008
Messaggi: 6,337
Ciao Andrea,
nella mia esperienza
è molto facile stabilire se un lavoro è fatto bene o no.

E' sufficiente concordare, nero su bianco, prima di iniziare a lavorare,
una lista di parametri che indicano chiaramente:

a. quali sono le procedure e gli step che vanno eseguiti per realizzare il lavoro.

b. quali sono esempi già pubblicati che servono da "modello"di riferimento.

Tanto più sei preciso e dettagliato nello stendere questa lista,
e tanto più ti dedicherai ad addestrare ed insegnare al tuo nuovo collaboratore
ciò che è necessario fare, tanto più difficile sarà per lui andare fuori seminato.

Io per esempio per stabilire se un contenuto è preparato bene
non ho mai nessun problema con i miei collaboratori.
Quello che devono fare è molto ben specificato, e quando
il loro redattore capo, cioé io, gli dice che un pezzo è scritto male,
lo riscrivono volentieri, anche più volte, perché io mi impegno
il più possibile nel fornirgli feedback dettagliato su cosa non va,
come migliorarlo e quando stanno in reale stress, nel farlo per loro.

Loro quindi imparano, apprezzano la mia onestà professionale,
e rispettano i miei giudizi e feedback, perché oggettivamente mi
riconoscono una esperienza maggiore e perché giustifico e spiego
sempre cosa è che non va e come migliorarlo.

Ricordiamoci anche che i collaboratori sono esseri umani, non sono robot che eseguono lavori.

Quindi per ottenere il meglio da loro, bisogna stabilire prima un rapporto
di fiducia e di rispetto reciproco oppure ti troverai sempre a dover discutere
di problemi come quelli che elenchi qui sopra.

A mio umilissimo parere, se vuoi far girare il volano usando il web
e creandoti una tua indipendenza personale, devi quindi ragionare in maniera
"evoluta" anche sul come trovi, paghi, compensi, gestisci e comunichi con i tuoi collaboratori.

:-)

Robin
__________________
Robin Good
Guida
POP Campus Italia
  #3 (permalink)  
Vecchio 02-20-2010, 10:58
Rispondi quotando
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 20
Grazie Giulio, in parte mi hai chiarito alcuni dubbi e in parte hai confermato cose a cui stavo già pensando...

Il concetto di pagare i collaboratori in base alla quantità e la qualità di ciò che scrive mi piace molto, ma se mi mettessi nei panni di un collaboratore storcerei un po il naso. Ti spiego:

Quali sono i parametri per definire se un lavoro è di qualità oppure no, di conseguenza se vale più o meno? Ti faccio un'obiezione che mi protrebbe fare il mio collaboratore... visto che sono io (il suo datore) che valuta il suo lavoro, potrei usare un metro di giudizio non obiettivo solo per risparmiare soldi!

Mi farebbe piacere sentire anche l'opinione di altre persone sull'argomento, per capire come affrontano la problematica collaboratori.

Grazie a tutti!

PS: la prima volta che salvo il post mi ritorna sempre una pagina bianca.... poi torno indietro e salvo nuovamente il post e tutto funge!

Ultima modifica di Andrea Insardi : 02-20-2010 a 11:03.
  #2 (permalink)  
Vecchio 02-20-2010, 08:37
Rispondi quotando
Registrato dal: Sep 2008
ubicazione: Roma
Messaggi: 199
Invia un messaggio tremite Skype a Giulio Gaudiano
Originariamente inviata da ;6897
Come vi organizzate voi per cercare i vostri collaboratori? Quali qualità ricercate nei CV che vi vengono spediti? Che parametri usate per valutare la bontà dei contenuti che vi vengono proposti. Infine quanto pagate (mediamente) i vostri collaboratori?

Carissimo Andrea,

tento di rispondere alle tue interessantissime domande.

Noi cerchiamo collaboratori, prima di tutto su MasterNewMedia (con un link a questa pagina: http://www.masternewmedia.org/it/200...unicazione.htm ) perché cerchiamo veri appassionati di New Media e quale miglior posto per trovarli se non MasterNewMedia ?

Per trovare collaboratori abbiamo anche contattato gli uffici stage delle principali università e dei master: per esempio il master in giornalismo per la comunicazione online della Fondazione Lelio Basso di Roma ci ha mandato due validissimi elementi, ex editor di MasterNewMedia Italia: Davide Fotia e Marco Amico.

Puoi cercare anche pubblicando annunci su forum del settore come http://www.giorgiotave.it/forum/ oppure http://www.webmarketingforum.it/

Le cose che mi interessa sapere insieme al CV sono:
  • Nome e data di nascita;
  • Foto personale;
  • Indirizzo e contatti;
  • Esperienze formative;
  • Esperienze professionali;
  • Caratteristiche personali (capacità di organizzazione, precisione, puntualità, ecc.);
  • Livello di competenze linguistiche (scritto e parlato);
  • Livello di competenza informatica;
  • Competenze tecniche;
  • Obbiettivi personali e prospettive;
  • Successi raggiunti;
  • Ragioni per le quali si vuole lavorare con MasterNewMedia

Dal questo primo contatto si capiscono molte cose. Segue un colloquio personale via Skype che ne chiarisce di altre e verifica se le cose scritte sono dati reali o proiezioni mentali.

Lavorare con MasterNewMedia non vuol dire scrivere articoli, ma imparare a pensare in modo diverso dagli altri. Sembra uno slogan, ma ti assicuro che è necessaria una lunga formazione (almeno 6 mesi) per diventare un editor a tutti gli effetti: tutti i ragazzi che hai visto al workshop sono stati formati con cura con questo lungo e intenso periodo.

Ecco perché sono così bravi

Ogni collaboratore viene pagato in base alla quantità e alla qualità del suo lavoro. Ognuno ha una sua "price list", una sorta di listino prezzi in cui ci sono tutte le cose che sa fare e il loro valore economico a seconda di quanto è bravo a farle.

Il collaboratore può proporsi per fare delle cose o può aspettare che gli vengano proposte e quando i lavori sono completati si fa un conto finale facendo la somma di tutte le cose che ha fatto.

Spero di aver soddisfatto le tue curiosità!

A presto,
  #1 (permalink)  
Vecchio 02-19-2010, 15:05
Rispondi quotando
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 20

Come scegliere scegliere e quanto pagare i nostri articolisti

Ciao a tutti, è circa un anno che gestisco un mio piccolo network di blog. Ho una decina di articolisti che, chi più, chi meno, scrivono con regolarità. Ma sono sempre alla ricerca di nuovi collaboratori, perchè non sempre riesco a pubblicare post con la giusta frequenza e di quelli che pubblico non sono sempre soddisfatto della qualità. Purtroppo molte volte, piuttosto che non pubblicare nulla, preferisco chiudere un occhio e cmq pubblicare del contenuto nuovo.

Come vi organizzate voi per cercare i vostri collaboratori? Quali qualità ricercate nei CV che vi vengono spediti? Che parametri usate per valutare la bontà dei contenuti che vi vengono proposti. Infine quanto pagate (mediamente) i vostri collaboratori?

Capisco che sono tutte domande molto vaste e che per ognuna sarebbe necessario un approfondimento particolare, cmq spero in una vostra indicazione di massima.

Grazie a tutti.
Rispondi


Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilies sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo



Web Analytics

Content Relevant URLs by vBSEO 3.2.0